Aggiornato alle di

mercoledì 7 aprile 2021

Sepolcri imbiancati

Premesso che RA reputa importante una responsabile ed attenta disamina sulla legalizzazione della cannabis, premesso che la problematica è materia seria e da approfondire, ritiene altresì che ci siano delle evidenti priorità e che, in questo momento, così difficile e preoccupante, questa vicenda appaia come un mezzo di distrazione di massa.

Questo governo sta agendo calpestando la Costituzione ed i più elementari diritti: libertà di pensiero, di espressione, di movimento, di incontrarsi ma anche di accudire i propri cari, di istruire; ha continuato la scellerata politica di chiusura di scuole ed università, di inagibilità degli ospedali e, di conseguenza, di diritto alle cure, facendo drammaticamente aumentare la mortalità per tutte le patologie…

Mentre si partecipa a questo scempio, del quale l’intero arco parlamentare è complice, si fa passare un DL che obbliga il personale sanitario tutto alla vaccinazione, nel contempo si crea lo scudo penale per i medici vaccinatori!

Se si ritiene che occorra uno scudo penale, vuol dire che, chiaramente, la sicurezza non è garantita, non solo, sappiamo ormai, con assoluta certezza, che chi ha ricevuto il vaccino può infettare, che cosa dobbiamo evincere allora dall’obbligo vaccinale per i sanitari? Colpirne uno per educarne cento? Fare una prova di forza in barba all’articolo 32 della Costituzione? non tener conto minimamente della convenzione di Oviedo?

Qui siamo di fronte ad una vera e propria violazione dei più elementari Diritti Umani. In politica questo si chiama dittatura!

Ce ne sarebbe a sufficienza per far, immediatamente, cadere il governo!

Ma tutti costoro, compresi leghisti e 5 stelle, evidentemente non vogliono fare niente, non hanno nessun interesse a bloccare questo Decreto Legge infame.

Far cadere il governo avrebbe significato prendere tempo, essere contrari, del resto, ci piace ricordare che per molto meno, ovvero per mero calcolo elettorale (per altro rivelatosi errato), fecero cadere il primo governo Conte… certo lo avrebbero dovuto fare subito, ritirando i propri ministri ma, con tutta evidenza, per questi politicanti improvvisati, opportunisti e pavidi, la dignità politica è qualcosa di sconosciuto, da cercare nel dizionario ed il coraggio non si trova nei pertugi dai quali sono usciti.

Il tempo era un fattore fondamentale e costoro lo sapevano benissimo, non per nulla hanno tirato fuori questa porcheria anticostituzionale a ridosso di Pasqua.

Le due settimane date per adeguarsi non sono sufficienti per un eventuale ricorso, per opporsi… in tutto questo Salvini non trova di meglio da fare che minacciare di far cadere il governo sulla questione della cannabis!

Evidentemente, la Lega ha un concetto tutto suo di rappresentanza parlamentare e di priorità, ne prendiamo atto, ancora una volta; condividere questo scempio fa di voi dei complici e quindi dei nemici politici peggiori del PD perché loro, almeno, non hanno mai giocato a carte coperte, sapevamo bene chi fossero, voi avete bellamente preso in giro chi vi ha votato e non sarà l’opposizione sulla cannabis o lo sbandierare lo spauracchio dell’immigrazione a ridarvi credibilità.

Siete destinati a tornare nella pattumiera della storia così non avrete più scuse imbarazzanti da tirare fuori per la vostra inettitudine, il vostro opportunismo, la vostra miseria intellettuale.