Aggiornato alle di

lunedì 17 maggio 2021

Contagiati i vaccinati: perché vaccinazione non equivale ad immunizzazione

Qualche giorno fa Bloomberg riportava la notizia che alle Seychelles (Business Insider parla anche delle Maldive) è in atto un enorme aumento di casi di Coronavirus (tra la popolazione vaccinata) nonostante sia “la nazione più vaccinata del mondo” (la copertura è arrivata al 62% della popolazione locale).

I commentatori italiani, e non solo, si sono soffermati sulla provenienza del vaccino, sottolineando come la causa di questo focolaio potesse essere riconducibile alla qualità del vaccino... prodotto dai cinesi (da notare che solo il 59% della popolazione ha usato questo vaccino, il resto della popolazione ha inoculato la versione indiana di AstraZeneca)... la scienza può essere razzista.

Gli stessi commenti di quando lo scorso mese scoppiò il "paradosso cileno".

Forse però, non tutti sanno che non sono rari i casi di focolai epidemici in popolazioni completamente vaccinate.

Basti pensare che “poco tempo fa”, precisamente nel dicembre 2019, una epidemia di morbillo colpì la popolazione di Tonga e, dai casi presi in esame, si scoprì che molti di essi erano soggetti vaccinati con entrambe le dosi di vaccino come raccomandato dalla stessa OMS.

Anche in quel caso, il capo del Ministero della Salute, il dr. Siale ‘Akauola, parlò di possibile causa nei vaccini “di bassa qualità”.

Ma si può continuare con quanto successo in Portogallo 2018, così veniamo in europa, dove, secondo quanto riportato da questo articolo di Eurosurveillance, si verificò un’epidemia di morbillo su soggetti vaccinati.

Il 69.8% dei contagiati risultava essere vaccinato con due dosi di vaccino per il morbillo o MPR (morbillo parotite rosolia).

Altri casi simili possono essere studiati qui (China, provincia di Zhejiang, 2014), qui (Corea 2017), qui (Repubblica Ceca 2017) e qui (Israele 2017).

Perché abbiamo riportato questa serie di notizie?

Perché ci chiediamo, alla luce di quanto letto poc’anzi, e a prescindere dalle conseguenze politiche e metodologiche della scelta, come possa essere presa in considerazione l’idea di un passaporto vaccinale, quando la stessa medicina dimostra, senza alcun dubbio, che vaccinazione non significa immunizzazione.

I paradossi e le contraddizioni continuano...