Aggiornato alle di

giovedì 6 gennaio 2022

Non scenderemo a patti!

“Operazione Covid”. Nonostante due anni di guerra psicologica e di terrorismo mediatico, malgrado innumerevoli atti liberticidi, 5 milioni e mezzo di italiani continuano a rifiutare la vaccinazione. 


Coloro che hanno rifiutato questo trattamento sanitario sperimentale sono stati puniti, privati del lavoro, del reddito, del diritto allo studio, dell’accesso a qualsiasi attività pubblica.

La democrazia costituzionale è morta e al suo posto è sorto un regime di dittatura, di schedatura di massa e di segregazione sociale.

Come se non bastasse il governo del “vile affarista” Draghi si appresta a compiere l’ennesimo, gravissimo, atto di forza: vuole estendere l’obbligo vaccinale a tutto il mondo del lavoro annientando ogni forma anche passiva, di resistenza.

Il momento è drammatico. Tutti coloro che hanno a cuore la libertà, la giustizia sociale, lo democrazia e la dignità della Patria, sono chiamati a ribellarsi ed a serrare i ranghi.

Nessun cedimento! Nessuna collaborazione col regime! Nessuno dev’essere lasciato solo! Andremo fino in fondo!

Uniamo le forze della nuova Resistenza!

Riunione nazionale giovedì 6 gennaio 2022